Statale a MIND – Via libera al progetto definitivo

È arrivato l’ultimo via libera al progetto della Statale per MIND-Milano Innovation District: un grande Common Ground, con laboratori e corti alberate.

 Il 20 dicembre 2022 il Consiglio di Amministrazione dell’Università Statale di Milano ha approvato il progetto definitivo del campus scientifico della Statale nell’ex area Expo, che a partire dal 2026 riunirà lì tutte le facoltà scientifiche dell’ateneo.

La posa della prima pietra della nuova sede è prevista per l’estate 2023, quando saranno avviati anche i lavori per la realizzazione del campus Umanistico a Città Studi.

L’Ateneo conferma la programmazione integrata delle due iniziative, nel quadro dello sviluppo tripolare definito dal Rettore Elio Franzini: sedi centrali, campus in MIND e Città Studi, dove sarà per prima cosa ristrutturata l’area di via Celoria 2, che ospiterà il campus dei Beni culturali, primo insediamento del campus umanistico.

Il campus scientifico in MIND, del valore complessivo di quasi 340 milioni di euro e realizzato tramite lo strumento del project financing, accoglierà a regime una comunità di oltre 23 mila persone tra studenti, ricercatori, docenti e personale di staff.

Il progetto rende idealmente omaggio alla sede centrale della Statale, di cui riprendere gli edifici in mattoni rossi e i cortili: il campus si articolerà lungo un Common Ground attraverso vie, chiostri, passerelle e appunto cinque grandi corti alberate. Cuore del campus sarà una grande piazza centrale, che affaccerà direttamente sul Cardo dell’ex area Expo.

Il campus disegnato nel progetto definitivo occuperà una superficie di oltre 190 mila metri quadri tra area didattica e laboratori didattici, uffici, biblioteca, macro-piattaforma scientifica (in un edificio pensato per ospitare infrastrutture tecnologiche e strumentali di alta specializzazione e servizi condivisi fra i dipartimenti), laboratori: nel complesso, ai laboratori saranno riservati quasi 52 mila metri quadri di superficie.

Per gli studenti, le aule metteranno a disposizione oltre 10.241 posti, 2.344 quelli previsti per le sale lettura/studio, a cui si aggiungeranno 3.131 posti nei laboratori didattici e 1.700 posti lettura.

Obiettivo del campus scientifico è razionalizzare, ottimizzare e sviluppare servizi e infrastrutture per la ricerca e la didattica, favorendo l’interazione con un ecosistema fortemente orientato all’innovazione.

Sono già siglati in questa prospettiva (o lo saranno nei prossimi mesi) accordi di collaborazione tra Università Statale e realtà scientifiche internazionali già presenti in MIND, a iniziare da Human Technopole, il nuovo IRCCS Ospedale Galeazzi Sant’Ambrogio e Federated Innovation, un’aggregazione di aziende private leader nei settori delle Life Science e della Smart City. 

Nelle intenzioni della Statale, il nuovo campus scientifico rappresenterà un motore potente di attrazione di talenti e investimenti pubblici e privati, e un volano per il trasferimento tecnologico delle ricerche di base in applicazioni concrete per il territorio, in un distretto di innovazione che la Presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen ha definito come “il nuovo quartiere dell’innovazione a Milano”.

Due anni fa il raggruppamento di imprese Lendlease Infrastructure (Italy) si è aggiudicato l’appalto di project finance per la progettazione (a cura dello studio Carlo Ratti), costruzione e gestione del nuovo polo. Lendlease – la cui concessione sarà trentennale, a fronte di un canone di gestione di oltre 20 milioni annui a carico della Statale – cofinanzierà l’opera con 180 milioni di euro.

La restante parte dell’investimento, pari a 158 milioni di euro, è ricompresa tra gli interventi del finanziamento pubblico del “Patto Lombardia” siglato tra governo e Regione Lombardia nel 2016 (a novembre 2019 è stata sottoscritta la Convenzione tra Regione Lombardia e Università Statale di Milano con cui sono stati assegnati i fondi all’ateneo), 23 milioni sono coperti con fondi di ateneo.
 

News

AGE-IT: AL VIA IL BANDO A CASCATA DELLO SPOKE 3 “Fattori clinici e ambientali, stato funzionale e multi morbilità”

Leggi l'articolo

EIT Digital: lanciato il Venture Incubation Program

Leggi l'articolo

CALL4INNOVIT 2024 | LIFE SCIENCES & DIGITAL HEALTH

Leggi l'articolo

Scienze della vita: annunciato un bando per progetti di ricerca translazionale contro il cancro

Leggi l'articolo

Horizon Europe: adottato il piano strategico 2025-2027

Leggi l'articolo

Presentati dalla Commissione i progressi sulla nuova Agenda europea per l’innovazione

Leggi l'articolo

Eventi

Health Innovation Global Forum 2024

Il 9 maggio 2024, nell’ambito della MIND Innovation Week, si terrà presso l’Auditorium di Human...
Leggi l'articolo

Call4Innovit – #Biotech Accelerator Program in San Francisco | Virtual Fireside Chat

Nell’ambito delle attività del Gruppo di lavoro PMI & Startup di Federchimica Assobiotec: Pierluigi Paracchi, componente Consiglio...
Leggi l'articolo

EU-X-CT Public Stakeholders’ Forum: Making cross-border access to clinical trials a reality

L’iniziativa europea pubblico-privata EU-X-CT mira a facilitare l’accesso transfrontaliero alle sperimentazioni cliniche in termini concreti,...
Leggi l'articolo

SEN meets AGE-IT: info day sui bandi degli Spoke 3 e 6

Il prossimo 19 aprile, alle ore 11:00, si terrà un info day dedicato ai bandi a...
Leggi l'articolo

EU Missions and cross-cutting activities info days

Il 25 e il 26 aprile 2024 si terranno online gli Info Days dedicati alle cinque Missioni dell’UE nell’ambito di Horzion Europe. L’evento verrà...
Leggi l'articolo

EIT Health Summit

Si terrà il 18 e il 19 aprile 2024, a Rotterdam, presso il Postillon Hotel...
Leggi l'articolo