Interregional Innovation Investments: aperto il bando dedicato alle tecnologie digitali.

Nell’ambito del nuovo strumento europeo Interregional Innovation Investments (I3) è stato lanciato il nuovo bando Innovation Investments che contiene il topic DIGIT, dedicato alla Digital transition.

Le tecnologie digitali presentano un enorme potenziale di crescita per l’Europa. In linea con la strategia Europe fit for the digital age, questo topic si rivolge agli investimenti nelle imprese e nelle amministrazioni. Al fine di sbloccare il potenziale di crescita digitale e implementare soluzioni innovative (sia per le imprese che per i cittadini), migliorare l’accessibilità e l’efficienza dei servizi e colmare il persistente divario digitale, il topic DIGIT sosterrà progetti di investimento interregionali nelle seguenti aree:

  1. economia digitale e innovazione
  2. digitalizzazione della pubblica amministrazione
  3. digitalizzazione della sanità

Almeno il 70% del finanziamento deve essere destinato a investimenti in aziende.

Il programma garantisce un sostegno finanziario e di consulenza sotto forma di grant per progetti maturi di innovazione in aree condivise di specializzazione intelligente strutturate in portafogli di investimento della catena del valore. Pertanto, lo scopo principale è quello di contribuire direttamente a investimenti efficaci e concreti ad alti livelli di TRL (minimo TRL 6).

L’invito a presentare progetti nell’ambito dell’I3 si articola in due componenti:

Componente 1 – Sostegno finanziario e consulenze per gli investimenti in progetti nel settore dell’innovazione interregionale 
Nell’ambito dell’Innovation Investments Strand 1 è contenuto il Topic 3 – I3-2021-INV1-DIGIT

Il budget complessivamente disponibile è pari a 39.795.300 € per il 2021 e di 36.763.277 € per il 2022. L’importo della sovvenzione è compreso tra 4.000.000.000 e 10.000.000 euro per progetto (ma ciò non preclude la presentazione/selezione di proposte che richiedono altri importi).

Le proposte devono essere presentate da un consorzio composto da minimo 5 enti provenienti da 5 diverse regioni in 3 paesi eleggibili. Il coordinatore deve essere un ente pubblico, un’organizzazione privata senza scopo di lucro o un’organizzazione internazionale. In particolare il coordinatore deve essere un’organizzazione no-profit (un’autorità pubblica, un ente di ricerca o un’organizzazione intermediaria di innovazione no-profit) stabilita in una regione/paese più sviluppata/o.

Il consorzio deve coinvolgere vari componenti della quadrupla elica, quali ad esempio autorità pubbliche (nazionali/regionali/locali), Università, organizzazioni di ricerca e tecnologia, agenzie per l’innovazione, organizzazioni di cluster, PMI, start-up, research data alliance (RDA).
Almeno 1 partner deve essere stabilito in un paese/regione meno sviluppato, in transizione o in una regione/paese ultraperiferica/o.

Componente 2a – Sostegno finanziario e consulenze per lo sviluppo delle catene di valore nelle regioni meno sviluppate
Nell’ambito dell'”Innovation Investments Strand 2a” è contenuto il Topic 3 – I3-2021-INV2a-DIGIT

Il budget complessivamente disponibile è pari a 36.005.271 € per il 2021 e di 32.897.448 € per il 2022. L’importo della sovvenzione è compreso tra 2.000.000.000 e 3.000.000 € per progetto (ma ciò non preclude la presentazione/selezione di proposte che richiedono altri importi).

Le proposte devono essere presentate da un consorzio composto da minimo 3 enti provenienti da 3 diverse regioni in 2 paesi eleggibili. Il coordinatore può essere  un ente pubblico, un’organizzazione privata no-profit o un’organizzazione internazionale, in particolare: un’autorità pubblica o un ente di ricerca o un’organizzazione intermediaria di innovazione no-profit (ad esempio un’organizzazione cluster, un’agenzia di innovazione, ecc.) e deve essere localizzato in una regione/paese meno sviluppata/o, in transizione o più periferico.

Il consorzio deve coinvolgere vari componenti della quadrupla elica, quali ad esempio autorità pubbliche (nazionali/regionali/locali), Università, organizzazioni di ricerca e tecnologia, agenzie per l’innovazione, organizzazioni di cluster, PMI, start-up, research data alliance (RDA).
Almeno 1 partner deve essere stabilito in un paese/regione più sviluppato.

Il bando prevede due cut-off per la presentazione delle domande:

  1. 1° febbraio 2022
  2. 18 ottobre 2022

Maggiori informazioni al seguente link.

News

Presto al via i nuovi bandi del programma Digital Europe

Leggi l'articolo

PARTECIPAZIONE COLLETTIVA ALLA BIO INTERNATIONAL CONVENTION 2024

Leggi l'articolo

Innovit: al via i nuovi programmi di accelerazione per PMI italiane nella Silicon Valley

Leggi l'articolo

COST: aperto il bando 2024 a supporto di reti di ricerca interdisciplinari

Leggi l'articolo

EIC Accelerator di Horizon Europe: disponibili i documenti per preparare le proposte complete

Leggi l'articolo

AI4Life: al via la call dedicata all’analisi di bioimmagini

Leggi l'articolo

Eventi

BIO INTERNATIONAL CONVENTION 2024

L’ICE Agenzia, Ufficio Attrazione Investimenti Esteri – nel quadro del programma Invest in Italy realizzato...
Leggi l'articolo

Entrepreneurial Universities: spinoffs and technology transfer

Il 14 marzo 2024, dalle 14.00 alle 15.30, la Policy Learning Platform ospiterà il webinar “Entrepreneurial Universities: spinoffs...
Leggi l'articolo

Messico: il valore del mercato Life Science – Webinar

Assolombarda e la Camera di Commercio Italiana in Messico, in collaborazione con Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e...
Leggi l'articolo

Giornata Nazionale BBMRI.it 2024

La Giornata Nazionale delle Biobanche di BBMRI.it torna a Milano, presso l’Università degli Studi di...
Leggi l'articolo

INFO DAY Horizon Europe – European Partnerships: bandi 2024 Innovative Health Initiative (IHI), Cluster 1 | Nuove call 6 e 7

Il prossimo 26 febbraio alle 14.30 si terrà a Milano, presso l’Auditorium Rita Levi Montalcini...
Leggi l'articolo

European Cluster Conference 2024

Tra il 6 e l’8 maggio 2024, si terrà a Bruxelles la “European Cluster Conference 2024” L’evento tratterà la resilienza e l’adattabilità...
Leggi l'articolo